Scoprite Hydra a piedi

Scoprite Hydra a piediScoprite Hydra a piediScoprite Hydra a piediScoprite Hydra a piediScoprite Hydra a piediScoprite Hydra a piediScoprite Hydra a piedi

L'isola di Hydra nel golfo Argo-Saronico è un vero paradiso per chi ama camminare. Un semplice giro per l'isola rivela ogni sorta di bellezze nascoste.

Vi sono sentieri tortuosi senza fine, abbaglianti nei loro ciottoli bianchi, che portano a borgate pittoresche con vecchie case affascinanti e il Monastero del Profeta Elia, con le sue fantastiche viste. Oppure passeggiate lungo la riva, dal porto a Kamini, a Vlychos e a Palamidas. Il clima temperato dell'isola e la varietà del suo paesaggio la rendono ideale per le camminate in qualunque momento dell'anno, ma la primavera è senz'altro la stagione più bella. L'isola è adornata di bei fiori selvaggi che crescono anche in mezzo alle antiche pietre delle case storiche e nelle crepe dei viottoli, fra i ciottoli appena ridipinti di bianco.

Vi sono oltre dieci sentieri sull'isola, quindi chi desidera esplorarla a piedi avrà solo l'imbarazzo della scelta. Tutto ciò che serve è lo stato d'animo giusto, un paio di scarpe da ginnastica, un cappello, occhiali da sole e uno zainetto leggero per portarsi l'acqua da bere. Ecco alcuni dei più bei sentieri di Hydra.

Dal porto di Hydra a Palamidas

Per chi ama camminare ammirando il mare, il tratto più attraente di Hydra inizia al pittoresco porto e conduce a Kamini, un altro porto che ha conservato perfettamente l'atmosfera della vecchia Hydra. È qui che è stato girato il famoso film Il ragazzo sul delfino, con Sophia Loren, che donò all'isola una fama internazionale. Lungo il percorso vi sono numerosi punti in cui fermarsi e scattare foto.

Il momento più magico del giorno è probabilmente il crepuscolo, quando ci si arrende alla bellezza del tramonto guardando verso la piccola isola di Agios Nikolaos e intravedendo in distanza il profilo delle colline del Peloponneso. Lungo il cammino per Kaminia attraverserete Kanonia, Periptero e Spilia, e le vecchie case dei marinai nel distretto di Avlaki. Poi salirete i gradini e continuerete sul sentiero, attraversando un ponticello che conduce alla baia di Vlychos, con la sua spiaggia organizzata e la cappella di Agia Paraskevi, appollaiata su una roccia vicino alle onde.

Il sentiero continua attraverso il villaggio di Vlychos e lungo un percorso ombreggiato che porta a Plakes, un piccolo insediamento di case in pietra con spiaggia organizzata, hotel e ristorante. Proseguendo giungerete a Palamidas, dove potrete rilassarvi e godere delle sue acque cristalline e della sua spiaggia di ciottoli. Il percorso dura circa un'ora, a seconda del passo e delle pause che farete per riposare.

Rendete la giornata ancora più bella tornando al porto di Hydra per lo stesso sentiero. Potrete godere di ottimo cibo in una delle pittoresche taverne sulla spiaggia o negli affascinanti vicoli della città, seguito da drink e musica in uno dei deliziosi baretti.

Al Monastero del Profeta Elia

Ogni visitatore di Hydra soccombe al fascino dei sentieri abbaglianti nei loro ciottoli bianchi, che portano a case storiche imponenti, da cui ammirare qualche porticciolo pittoresco e l'azzurra vastità del mare.

Seguite uno dei percorsi più amati dell'isola, quello che conduce al Monastero del Profeta Elia, subito sotto il picco chiamato Eros. Lungo il cammino verso la vetta vi sono numerosi punti in cui sostare e godersi la vista del porto, del panorama dell'isola e delle acque infinite di questo mare blu.
Il sentiero inizia al porto e segue la strada che esce dalla città in direzione Kala Pigadia. Seguite la strada interna in salita fino agli incroci che segnalano la direzione verso il Monastero del profeta Elia e il picco Eros. Quindi prendete la strada che attraversa una pineta e poi diventa sterrata. Dopo circa venti minuti giungerete ai gradini che portano al Monastero di Agia Matrona, appollaiato su un fianco ripido della collina.

Salite i gradini di pietra fino al monastero, entrando nel bel cortile dove vi verrà dato il benvenuto con deliziosi loukoumi (dolci di origine turca) e un rinfrescante bicchier d'acqua. Accendete una candela e godetevi le viste panoramiche prima di riprendere il cammino in discesa. La discesa è molto meno esigente, ma prestate attenzione poiché i gradini in pietra possono risultare scivolosi.

La salita al monastero necessita di circa un'ora e mezza - due ore, mentre la discesa non durerà più di un'ora e un quarto. Si consiglia di iniziare la salita il mattino presto, per evitare la calura del mezzogiorno.

 

 

Available on AppStore Available on AppStore Available on AppStore Get it on Google play